Legge 231

Il d.lgs. 231/2001 in materia di responsabilità amministrativa delle persone giuridiche estende alla società la responsabilità per reati commessi da qualsiasi dipendente o collaboratore che abbia agito nell’interesse o a vantaggio della società stessa. 

Contemporaneamente però l’art. 6 introduce una sorta di liberatoria per la società, dichiarando che essa “non risponde se prova che:
a) l’organo dirigente ha adottato ed efficacemente attuato, prima della commissione del fatto, modelli di organizzazione e di gestione idonei a prevenire reati della specie di quello verificatosi;
b) il compito di vigilare sul funzionamento e l’osservanza dei modelli e di curare il loro aggiornamento è stato affidato ad un organismo dell’ente dotato di autonomi poteri di iniziativa e di controllo;
c) le persone hanno commesso il reato eludendo fraudolentemente i modelli di organizzazione e di gestione;
d) non vi è stata omessa o insufficiente vigilanza da parte dell’organismo di cui al punto b)
“.

Si tratta di un modello organizzativo complesso ma che, nei suoi principi, nella sua struttura e nei suoi strumenti di gestione, può essere ricondotto ad altri modelli di gestione largamente diffusi nelle realtà aziendali, come quelli per la Qualità, per la Sicurezza e per l’Ambiente.

QualiWare può essere utilizzato per gestire efficacemente anche il modello organizzativo descritto nella legge 231, tenendo conto che non è sufficiente una sua adozione se essa non è accompagnata da una reale attuazione. Di conseguenza, oltre ad una pianificazione ed impostazione strutturale di procedure, obiettivi e responsabilità, è indispensabile un monitoraggio continuo sul corretto funzionamento del modello ed un aggiornamento tramite audit, formazione, reportistica di controllo. QualiWare comprende, fra le sue funzionalità, gli strumenti che consentono di effettuare questa gestione efficace e proattiva anche del Modello Organizzativo 231.
Approfondimenti